REGOLE E NORME ETICHE DI COMPORTAMENTO NELLA PROCEDURA DI INTERMEDIAZIONE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI NELL’ “ASSOCIAZIONE VICTORIA”

Queste regole e norme etiche sono obbligatorie per i professionisti che lavorano nell’ente “Associazione Victoria” e riguardano le procedure d’intermediazione nell’adozione internazionale. I professionisti devono lealtà e rispetto ai clienti nello svolgimento dell’attività dell’Associazione, come:

1. Procedere con il dovuto rispetto per gli adottanti e migliorare la loro autostima e dignità durante la procedura adottiva

2. Offrire servizi e applicare delle tecniche basate sulla loro qualifica / istruzione, formazione specializzata ed esperienze pratiche /. Impegnarsi per mantenere elevati standard e competenze. Utilizzare modelli e tecniche apprese per la motivazione dei genitori adottivi di completare l’adozione attraverso rispettive ipotesi rilevanti, conclusioni e raccomandazioni.

3. Procedere con la necessaria responsabilità professionale e quella associata con il rispetto della normativa in materia di adozioni internazionali. Essere responsabili per le proprie azioni e prestare massima garanzia che i servizi ei loro metodi assicurano un comportamento lecito del processo adottivo.

4. Impegnarsi di illustrare con l’opportuna onorabilità le varie possibilità nell’adozione non solo con le positive, ma anche negative esperienze e possibilità per superarli.

5. Essi sono tenuti a non divulgare i fatti e le circostanze diventati noti a loro nel corso delle attività che svolgono o hanno svolto nell’Associazione. L’informazione e le registrazioni sono conservate in modo adeguato per garantire la necessaria riservatezza e vengono utilizzate solo per lo scopo di adozione.

4. Impegnarsi di illustrare con l’opportuna onorabilità le varie possibilità nell’adozione non solo con le positive, ma anche negative esperienze e possibilità per superarli.

6. Non possono richiedere e ricevere una remunerazione non adeguata ai servizi resi o alla retribuzione normale per gli stessi servizi. La procedura di adozione non deve essere utilizzata per l’acquisizione di alcun beneficio o guadagno.

7. Mantenere periodicamente il loro sviluppo professionale e formazione per miglioramento delle attività di mediazione nell’adozione internazionale, compresa la partecipazione a corsi di formazione organizzati dall’Associazione.